La neuroscienza dei disturbi alimentari.

Cosa sono per te i disturbi alimentari? Sembra una domanda banale, ma non finiscono mai di sorprendermi della varietà di interpretazioni diverse che ognuno di noi dà dei DCA. Sono un brutto vizio, una dipendenza, o una mania di controllo,

La neuroscienza dei disturbi alimentari.

Cosa sono per te i disturbi alimentari? Sembra una domanda banale, ma non finiscono mai di sorprendermi della varietà di interpretazioni diverse che ognuno di noi dà dei DCA. Sono un brutto vizio, una dipendenza, o una mania di controllo,

Primo Convegno Nazionale delle Associazioni per i DCA: impressioni a freddo post-commozione.

Commuoversi? per un convegno? È mai possibile? (Ok, parla una che ha provato un lieve fastidio a vedere certe scene di Jurassic World, perché i dinosauri sfruttati in cattivà mi facevano venire il magone. Tanto per intenderci.) Però sì. Mi

Primo Convegno Nazionale delle Associazioni per i DCA: impressioni a freddo post-commozione.

Commuoversi? per un convegno? È mai possibile? (Ok, parla una che ha provato un lieve fastidio a vedere certe scene di Jurassic World, perché i dinosauri sfruttati in cattivà mi facevano venire il magone. Tanto per intenderci.) Però sì. Mi

Piccole verità terribilmente acide

Non sono una grande scrittrice, non sono nemmeno una ragazza così ricca di esperienza e cultura. Sono qui solamente per cercare di trascrivere nero su bianco ciò che ho vissuto durante la mia malattia diagnosticata come anoressia nervosa. E per

Piccole verità terribilmente acide

Non sono una grande scrittrice, non sono nemmeno una ragazza così ricca di esperienza e cultura. Sono qui solamente per cercare di trascrivere nero su bianco ciò che ho vissuto durante la mia malattia diagnosticata come anoressia nervosa. E per

Trigger-detector: suggerimenti per l’uso.

Tra i tanti utilissimi gadget mentali che ci regala il pacchetto DCA (termostato fame-sazietà sballato, calcolatrice sempre accesa per conteggi ripetuti, spray repellente anti-vita sociale, ecc. ecc., la fantasia non ha fine!) c’è un plug-in fighissimo che, a comando, concentra

Trigger-detector: suggerimenti per l’uso.

Tra i tanti utilissimi gadget mentali che ci regala il pacchetto DCA (termostato fame-sazietà sballato, calcolatrice sempre accesa per conteggi ripetuti, spray repellente anti-vita sociale, ecc. ecc., la fantasia non ha fine!) c’è un plug-in fighissimo che, a comando, concentra

Quello che Fight Club non vi ha detto sull’auto mutuo aiuto.

NOTA: Ho scritto di Fight Club, auto mutuo aiuto & DCA anche tempo fa sulla webzine Soft Revolution. Questo post è (anche) un po’ un’espansione di quello che non ho avuto occasione di dire in quella sede. Enjoy! Come dice

Quello che Fight Club non vi ha detto sull’auto mutuo aiuto.

NOTA: Ho scritto di Fight Club, auto mutuo aiuto & DCA anche tempo fa sulla webzine Soft Revolution. Questo post è (anche) un po’ un’espansione di quello che non ho avuto occasione di dire in quella sede. Enjoy! Come dice

Storie di ordinaria guarigione. Parte II

Bellezza da copertina di giornale? Muscoli da spaccare le montagne? Peer pressure? Nah, niente di tutto questo. Io ho cominciato così, volevo mangiare meglio, perché fa bene, ovvio, tutti lo sanno. Ne parla il fruttivendolo, il commerciante, l’orafo e il

Storie di ordinaria guarigione. Parte II

Bellezza da copertina di giornale? Muscoli da spaccare le montagne? Peer pressure? Nah, niente di tutto questo. Io ho cominciato così, volevo mangiare meglio, perché fa bene, ovvio, tutti lo sanno. Ne parla il fruttivendolo, il commerciante, l’orafo e il

Storie di ordinaria guarigione. Parte I

Ve lo giuro, nonostante mi consideri ex-malata convinta sono la prima a chiedermi come diavolo faccia la gente a guarire da un disturbo alimentare. Davvero. Sarà che lo scribacchino autobiografo della mia mente, dietro le quinte della vita quotidiana, è

Storie di ordinaria guarigione. Parte I

Ve lo giuro, nonostante mi consideri ex-malata convinta sono la prima a chiedermi come diavolo faccia la gente a guarire da un disturbo alimentare. Davvero. Sarà che lo scribacchino autobiografo della mia mente, dietro le quinte della vita quotidiana, è